Top
  >  ASIA   >  CHIANG MAI: 5 ESPERIENZE DA VIVERE
Elephant Retirement Park

Lasciata alle spalle la frenesia di Bangkok, luogo di arrivo dei voli internazionali, la maggior parte dei viaggiatori intraprende due strade: verso sud, per rilassarsi su spiagge tropicali, o verso nord, per scoprire il volto più autentico della Thailandia.

Percorrendo circa 700 chilometri si può raggiungere la graziosa città di Chiang Mai, punto di partenza per esplorare la regione.

Centro culturale e religioso, fu fondata nel 1296 e divenne capitale del regno indipendente di Lanna fino al 1558. Ancora oggi, passeggiando nel suo centro storico, è possibile respirare il fascino del passato, tra resti di antiche mura e fossati.

Ma il motivo principale che spinge i visitatori a fare tappa a Chiang Mai è la sua atmosfera spirituale e rilassata, fatta di templi buddhisti e mercati tradizionali dove mescolarsi con la gente del posto.

Ecco 5 esperienze da non perdere per chi include Chiang Mai nel suo itinerario in Thailandia. 

monaci Chiang Mai
monaci Chiang Mai | © Viaggiare comunque

TRA ELEFANTI, TEMPLI E MERCATI

UNA GIORNATA CON GLI ELEFANTI. Una delle esperienze più emozionanti che si possono vivere nei dintorni di Chiang Mai è visitare un centro di recupero degli elefanti (chiamati “Chang” in thailandese). Veri e propri santuari dove i pachidermi vengono salvati dalla cattività e accuditi. Qui, accompagnati dai volontari, è possibile trascorrere la giornata in compagnia degli elefanti, preparando loro il cibo (si nutrono di canne di bambù!) e regalandogli un pomeriggio alla spa, tra scrub con il fango e bagni nelle pozze d’acqua. Il divertimento è assicurato e, nonostante le loro imponenti dimensioni, gli animali sono estremamente docili. Ma attenzione a scegliere con cura il partner con cui svolgere l’attività: è importante che gli elefanti siano rispettati e non sfruttati a fini commerciali. Io ho visitato l’Elephant Retirement Park organizzando l’escursione con Get Your Guide

VISITA AI NIGHT MARKET. Bancarelle di souvenir, abbigliamento, prodotti di artigianato locale ma, soprattutto, di street food: benvenuti nei Night Market di Chiang Mai. Ogni sera gli abitanti della città si incontrano nei mercati notturni per fare acquisti o cenare insieme. Dal Chang Phuak Gate Night Market, noto per la sua offerta culinaria e aperto tutte le sere, al Tha Phae Walking Street, che si tiene ogni domenica nel cuore nella città vecchia, non si può visitare il Nord della Thailandia senza sperimentare i colori, i suoni e i profumi dei caratteristici mercati locali.

TEMPLI SPIRITUALI. Chiang Mai è nota per ospitare circa 300 templi che conferiscono alla città un’atmosfera altamente spirituale. Visitarli tutti è impossibile, ma basta selezionare i più importanti per avvicinarsi al culto religioso del nord della Thailandia: l’antichissimo Wat Chedi Luang, lo scenografico Wat Phra Singh e il più famoso Wat Phrathat Doi Suthep. Situato all’interno di un parco nazionale appena fuori dalla città che domina dall’alto di una collina, questo tempio del 1300 è un perfetto esempio di architettura Lanna. Chi è particolarmente attratto dalla cultura buddhista, può prendere parte a una “monk chat“, una chiacchierata con un monaco sul senso della vita. 

MASSAGGIO THAILANDESE. La città di Chiang Mai è disseminata di centri benessere dove concedersi un momento di pausa dal viaggio con un tradizionale massaggio thailandese. Se non vi siete mai sottoposti a questa pratica, sappiate che non si tratta del classico massaggio rilassante, ma di una vera e propria pratica di guarigione che con manipolazioni energiche riequilibra il corpo e la mente. Il consiglio è almeno di provare: sul momento sarà difficile trattenere espressioni di fastidio, ma il beneficio nelle ore successive è tangibile. Sarete rinati! 

TURISMO ATTIVO NELLA NATURA. La città della Thailandia del nord è circondata da una fitta vegetazione che offre diverse attività per chi ama stare all’aria aperta. Dal trekking nella giungla, alla discesa in zipline fino al rafting sulle rapide: adulti e bambini possono divertirsi e soddisfare il loro spirito avventuroso con un’ampia proposta di escursioni in giornata da Chiang Mai. 

Wat Phra Singh
Wat Phra Singh | © Viaggiare comunque

CONSIGLI PRATICI PER CHI VISITA CHIANG MAI

Quando andare a Chiang Mai: nel nord della Thailandia la stagione secca corrisponde al periodo da fine novembre a inizio marzo. Durante gli altri mesi il rischio di acquazzoni tropicali è elevato. Personalmente ho visitato la città in agosto e, a parte mezza giornata di pioggia che ha regalato comunque un’atmosfera magica e rilassata, sono riuscita a vivere appieno questa regione. Intorno al mese di novembre, invece, si tengono il Loi Krathong e lo Yi Peng, il famoso festival delle lanterne per augurare prosperità. 

Come arrivare a Chiang Mai: la città è facilmente raggiungibile con un breve volo interno di un’ora da Bangkok. In alternativa, si può optare per un treno notturno che impiega circa 12 ore. 

Quanti giorni trascorrere a Chiang Mai: l’ideale è prevedere almeno due notti e tre giorni per vedere le cose principali e fare un’escursione fuori città. Il viaggio può poi proseguire per altre località del nord della Thailandia come Pai o Chiang Rai. 

Creo contenuti per il web e progetto itinerari, ma soprattutto sono una viaggiatrice appassionata. Insieme a me puoi scoprire il mondo ogni giorno, attraverso stimoli ed esperienze che ti permettano di approfondire le diverse culture. Credo fortemente che viaggiare significhi guardare con curiosità e occhi sempre nuovi tutto quello che ci circonda.

post a comment