Top
  >  ASIA   >  ANG THONG NATIONAL PARK: PARADISO THAILANDESE
Ang Thong National Park

C’è un luogo in Thailandia che fa battere il cuore: il parco marino di Ang Thong è uno splendido arcipelago di oltre 40 isole disabitate ricoperte da una lussureggiante vegetazione tropicale che emergono come gioielli da un mare color smeraldo offrendo un quadro surreale dipinto dalla stessa mano di Madre Natura.

Nascosto nel Golfo della Thailandia al largo delle coste della provincia di Surat Thani, è come un segreto ben custodito che attende di essere svelato solo a pochi fortunati viaggiatori. Ecco perché ogni istante trascorso qui è carico di un’emozione unica, intensa, che fa sentire parte di un disegno più grande.

Il parco nazionale di Ang Thong, istituito nel 1980 e raggiungibile con un’escursione in giornata dalle vicine Koh Samui, Koh Phangan e Koh Tao, è una tappa ancora poco conosciuta dai viaggiatori e, per questo, ancora più affascinante. Immaginate di solcare le acque e ritrovarvi, all’improvviso, davanti a un grandioso spettacolo dove rocce maestose che si ergono fino a 400 metri d’altezza sembrano guardiani silenti di un paradiso terrestre, mentre l’infinità del mare avvolge in un abbraccio caldo e rassicurante. 

Ang Thong è una meta da non perdere per chiunque scelga la Thailandia per le proprie vacanze. Credetemi, mi ringrazierete! 

rocce Ang Thong
Le rocce di Ang Thong | Viaggiare comunque

COSA VEDERE E COSA FARE AD ANG THONG

L’escursione in giornata ad Ang Thong National Park comprende diverse attività appassionanti. La più gettonata è senza dubbio il kayak: pagaiando all’ombra degli spettacolari rilievi rocciosi, è possibile scoprire baie nascoste e grotte affascinanti, adornate da stalattiti e stalagmiti, avvolti nel silenzio e nella tranquillità. Questo permette di vivere un’esperienza intima e immersiva, esplorando angoli segreti del parco marino.

Un’altra attività da non perdere è lo snorkeling nelle acque ricche di vita. Con la maschera e il boccaglio, potrete ammirare giardini di coralli multicolori, nuotare tra pesci tropicali dalle mille sfumature e, con un po’ di fortuna, avvistare qualche tartaruga marina che nuota placidamente nel suo habitat naturale.

Per chi ha ancora energia da spendere, un trekking lungo i sentieri escursionistici del parco è un’opzione imperdibile. Uno dei punti salienti è il suggestivo Emerald Lake, situato sull’isola di Ko Mae. Le sue acque di un verde intenso contrastano con le candide pareti di roccia calcarea che si innalzano verticalmente tutto intorno, creando uno scenario incantato. Anche se non è possibile bagnarsi nel lago, la vista mozzafiato vale sicuramente la camminata.

Un’altra meta da non perdere è il viewpoint sull’isola di Ko Wua Talap, dove si trovano gli uffici governativi del parco. Dopo una ripida camminata di circa 500 metri di dislivello, immersi nella giungla e accompagnati da incontri occasionali con la fauna locale, come scimmie giocose, uccelli tropicali variopinti, scoiattoli agili e maestosi varani, si raggiunge la sommità in circa 30 minuti. Da qui, il panorama su tutto l’arcipelago di Ang Thong è semplicemente spettacolare e vi lascerà senza fiato, ripagando ogni fatica.

Per chi desidera rilassarsi dopo tante avventure, il parco offre splendide spiagge di sabbia bianca dove prendere il sole e fare un bagno rinfrescante nelle acque calme e tranquille. Chi, invece, ha più tempo a disposizione e desidera immergersi totalmente nella natura del parco, può soggiornare ad Ang Thong in uno dei pochi bungalow a disposizione (previa prenotazione) sull’isola di Ko Wua Talap dove trascorrere la notte cullati solo dall’infrangersi delle onde.

lago Ang Thong
Emerald Lake | © Viaggiare comunque
spiaggia Ang Thong
Una tranquilla spiaggia ad Ang Thong | © Viaggiare comunque

COME ORGANIZZARE UN'ESCURSIONE AD ANG THONG

Come raggiungere Ang Thong National Park: molti tour operator locali organizzano le escursioni giornaliere ad Ang Thong partendo con le speedboat principalmente da Koh Samui (circa 1 ora di viaggio) e Koh Phangan (1,5/2 ore), ma anche da Koh Tao (2/2,5 ore) di prima mattina e rientrando nel tardo pomeriggio. Alcuni, addirittura, propongono tour di due giorni e una notte in barca. Se, invece, si desidera un’esperienza più esclusiva, è possibile noleggiare una barca privata tramite resort o agenzie locali. Il consiglio è di prenotare con anticipo l’escursione e portare con sé abbigliamento comodo, costume da bagno, asciugamano, occhiali da sole, cappello e crema solare. L’attrezzatura per lo snorkeling e il kayak viene invece fornita dai tour operator. 

Qual è il periodo migliore per visitare Ang Thong: i mesi migliori per visitare il parco nazionale sono tra marzo e ottobre, quando quando il clima è più favorevole e le condizioni del mare sono ottimali per godere appieno delle bellezze naturali del parco. Il parco chiude completamente dal 20 ottobre al 20 dicembre di ogni anno, durante il periodo dei monsoni. Luglio e agosto sono i mesi che vedono la maggior affluenza di turisti. Il parco è aperto dalle ore 8 alle 16. 

Quanto costa un’escursione al parco marino di Ang Thong: per un tour condiviso, il prezzo si aggira tra i 40 e i 60 euro a persona. I tour con barca privata, invece, costano tra i 300 e i 500 euro a gruppo, a seconda del tipo di imbarcazione. L’ingresso al parco è di 200 bath (circa 5 euro) per i cittadini stranieri e di 40 bath (circa 1 euro) per i thailandesi. 

viewpoint Ang Thong
Il panorama dal viewpoint | © Viaggiare comunque
Tramonto sullo sfondo di Ang Thong | © Viaggiare comunque
Tramonto sullo sfondo di Ang Thong | © Viaggiare comunque

Creo contenuti per il web e progetto itinerari, ma soprattutto sono una viaggiatrice appassionata. Insieme a me puoi scoprire il mondo ogni giorno, attraverso stimoli ed esperienze che ti permettano di approfondire le diverse culture. Credo fortemente che viaggiare significhi guardare con curiosità e occhi sempre nuovi tutto quello che ci circonda.

post a comment